Lecco

USCITA

Lecco

Dal 19-06-2020 al 21-06-2020
camping rivabella

Avviso per i Soci

Le misure restrittive poste in atto dal Governo per contrastare la diffusione del COVID-19, non ci permettono di garantire il regolare svolgimento dell'attività programmata. Per tale motivo non sarà possibile, al momento, inserire l'adesione all'uscita Club.

LECCO

Camping RIVABELLA
Via alla Spiaggia 35
23900 Lecco
Tel. +39 0341 421143
Email: rivabellalecco@libero.it
Sito: https://www.rivabellalecco.it/italiano

Rivabella è un campeggio autentico, semplice e molto accogliente, direttamente affacciato sul lago di Como. Il campeggio ricopre 2,3 ettari ed è situato nella parte più a sud di lecco, nella direzione di Bergamo (uscita Lecco-Bione della superstrada SS36 Milano-Lecco).
Rivabella offre un bar dove ogni mattina potrai trovare pane fresco, fare colazione, mangiare focacce, panini, primi piatti ed utilizzare la connessione Wi-Fi gratuita del campeggio. I più piccoli potranno divertirsi nei due parchi giochi vicino al bar.
Il campeggio ha piazzole ampie e ombreggiate da alberi di alto fusto, direttamente sulla spiaggia, con una meravigliosa vista del lago. La spiaggia privata, con acque balneabili, è attrezzata con una darsena e un trampolino. Nel caso volessi portare con te in vacanza la barca, non preoccuparti: abbiamo anche un piccolo porto con uno scivolo. Inoltre, avrete anche la possibilità di noleggiare canoe e pedalò o potrete unirvi alla scuola di windsurf e vela del nostro campeggio. Ci si potrà quindi aspettare un sacco di divertimento in acqua! Ma se vuoi semplicemente rilassarti e prendere il sole sulla spiaggia, puoi noleggiare i nostri lettini o abbronzarti sulle piattaforme galleggianti!
Il centro di Lecco si trova a 4 km di distanza e offre di tutto: numerosi supermercati, ristoranti, bar, negozi, noleggio di biciclette e auto, una stazione ferroviaria (molto utile per recarsi a Milano, Bergamo e Como) e un porto di traghetti, da dove è possibile raggiungere tutte le città turistiche del Lago di Como, come Bellagio, Menaggio e Varenna.
Appena fuori dal campeggio, troverete una pista ciclabile che costeggia ad anello il lago fino al centro di Lecco e attraversa il villaggio Pescarenico citato nel romanzo di Alessandro Manzoni “I Promessi Sposi”. È anche possibile seguire sull’alzaia il fiume Adda sino a raggiungere Milano!
Lecco è un buon punto di partenza per visitare le bellissime città della regione (Lombardia), come Bergamo, Milano, Como, Bellagio, Varenna, Tremezzo e Cadenabbia. Un po 'più lontano, la città che vale la pena visitare è Verona, nota come la città degli innamorati per la tragedia di Shakespeare “Romeo e Giulietta”. Oltre a queste città, la regione è anche nota per i suoi laghi, tra cui il Lago di Como, il Lago Maggiore, il Lago di Lugano, il Lago d'Iseo e il Lago di Garda. Infine, il campeggio è circondato dalle Prealpi, note anche come le Dolomiti milanesi, che rendono la zona molto attraente per gli appassionati di escursioni e arrampicata!

lago di lecco

Lecco
Lecco è una bellissima città storica passata sotto la dominazione del Ducato di Milano con la famiglia Visconti, attraverso quella spagnola e austriaca. Ogni epoca ha portato con sé costruzioni e distruzioni che testimoniano antichi splendori ad oggi ancora visibili. Il centro storico, che si estende parallelamente alla riva del lago, è ricco diarchitetture ottocentesche, monumenti, chiese e giardini. Famosa nel mondo per la bellezza del lago su cui sorge e per aver dato i natali al grande scrittore Alessandro Manzoni, che qui ambientò il suo romanzo più celebre: I Promessi Sposi. Turisticamente offre moltissime possibilità di svago adatte a chi cerca relax, con le spiagge lungo la costa del lago, cultura, con i monumenti e i musei, divertimento, con i locali e la movida giovane.

lecco

Cosa vedere
Il ponte Azzone Visconti, conosciuto anche come Ponte Vecchio, è uno dei simboli della città. Costruito tra il 1336 e il 1338 sul fiume Adda, oggi si presenta diverso dall'originale pur restando una delle più importanti testimonianze di ingegneria dell'epoca. Non sono più presenti le torrette e i tre ponti levatoi in legno che erano stati costruiti a scopo difensivo e la struttura risulta essere stata migliorata dopo il 1832 per l'adeguamento stradale. Citato anche dal Manzoni, è percorribile a piedi per la lunghezza di tutti i suoi 18 archi, splendidamente illuminati la sera.

La Basilica di San Nicolò è dedicata al patrono della città, venne edificata nel 1774 in stile neoclassico sui ruderi di una chiesa duecentesca. La struttura è a tre navate con cappelle laterali, racchiude al suo interno affreschi di scuola giottesca, come l'Annunciazione e la Deposizione e una splendida serie rappresentante la vita di S. Antonio Abate. L'unica parte rimasta della chiesa originaria è la cappella del battistero, che racchiude un fonte battesimale risalente al 1596. Sulle pareti si possono intravedere gli affreschi del ‘300, recuperati a seguito dei lavori di restauro. Belli anche l'organo a canne e la statua del patrono.

Il Palazzo Belgiojoso è un bellissimo edificio del tardo Settecento con un giardino interno adibito a parco comunale. Entrando dal portone di ingresso si viene accolti in un ampio porticato e da uno scalone con quattro medaglioni, risalenti alla seconda metà dell'Ottocento, raffiguranti il ritratto di personaggi dei protagonisti dei Promessi Sposi di Alessandro Manzoni.
Il palazzo ospita attualmente il Museo di Storia Naturale, il Museo Archeologico nel quale sono esposti reperti provenienti dal territorio a partire dal Paleolitico fino all'Alto Medioevo, il Museo Storico con una collezione di documenti, armi e divise riguardanti la storia moderna e contemporanea del territorio eil Planetario.
Il Santuario di Nostra Signora della Vittoria si presenta in stile neoromanico con un rivestimento a righe orizzontali alternate di pietra bianca e con
la facciata a capanna preceduta da un portico a pilastri e architravi. Architettata a navata unica con cappelle laterali, l'interno risulta spoglio ed essenziale senza affreschi ma con un bel tabernacolo. Colpisce anche il campanile alto 61 metri e sulla cui sommità una croce in ferro racchiude una preziosa reliquia della Vera Croce.

La Villa Manzoni invece è poco distante dal centro città, Villa Manzoni è appartenuta alla famiglia Manzoni dal 1615 fino al 1818, quando lo stesso Alessandro Manzoni dopo avervi trascorso la sua infanzia e parte dell'adolescenza. La villa è costruita attorno a un cortile porticato e presenta una struttura tipicamente neoclassica e un parco a lato.
Dal cortile si accede alla Cappella dell'Assunta, dove è sepolto il padre dello scrittore. Al piano terra è ospitano il Museo Manzoniano che ripercorre la storia di Alessandro Manzoni e del suo capolavoro letterario. Al secondo piano si trova la Galleria Comunale, che conserva circa quattrocento dipinti e duemila incisioni. Non direttamente aperti al pubblico, ma aperti per la consultazione da parte di studiosi sono: la Biblioteca, la Sezione Separata dell'Archivio e la Fototeca.

veduta

Cosa vedere nei dintorni: Bellagio (22 km - 35 minuti) - Como (32 km - 45 minuti) - Bellano (25 km - 30 minuti) - Bergamo Alta (35 km - 60 minuti)

Uscite riservate ai Soci,
unisciti alla grande famiglia ICC.

Iscriviti al club