Mover: definite le indicazioni tecniche per la revisione

movimentatore

DISPOSITIVI MOVIMENTATORI (MOVER) INSTALLATI SULLE CARAVAN: CHIARIMENTI DELLA DIREZIONE GENERALE PER LA MOTORIZZAZIONE.

 Incaravanclub Italia soddisfatta per il risultato raggiunto: definite le indicazioni tecnico-amministrative necessarie per la circolazione.

Soddisfazione generale da parte del Direttivo dell'Associazione Incaravanclub Italia che da un anno dialoga con le Istituzioni, per cercare di uniformare, in fase di revisione delle caravan, il comportamento degli ispettori dei vari uffici della Motorizzazione Civile, di fronte all'installazione del mover.

Installato in after market sulle roulotte, il mover è un dispositivo dotato di rulli movimentatori, ad azionamento elettrico, uno per ogni ruota del caravan che, attivati manualmente o mediante telecomando, si accostano alle ruote del rimorchio per trasferire la coppia necessaria allo spostamento del veicolo nelle quattro direzioni, in campeggi o aree di sosta appositamente attrezzate, comunque in aree chiuse, per minimi spostamenti con veicolo sganciato dalla motrice.

"Siamo molto contenti di questo risultato, era necessario fare chiarezza per tutti i caravanisti d'Italia – dice Massimo Botticella, Presidente di IncaravanClub - numerose sono state le lettere inviate ai competenti Uffici affinché venisse risolto il problema. Ritengo sia sempre costruttivo avere un dialogo e confrontarsi, soprattutto con la pubblica Amministrazione, questo consente di delineare, con coerenza, le giuste regole da applicare e rispettare".

L’installazione del “mover”, quindi, secondo le indicazioni del Ministero: "non comporta modifiche tecniche e/o funzionali del veicolo e, pertanto, può essere installato, nella esclusiva responsabilità dell’utilizzatore del caravan, senza necessità di aggiornamento della carta di circolazione.

In sede di revisione il dispositivo così installato, sarà considerato mero carico accessorio. A tal riguardo, in fase di revisione, dovrà essere esibita una certificazione rilasciata dal Costruttore del dispositivo, attestante l’idoneità dello stesso contro l’attivazione accidentale, la rispondenza alla direttiva 2006/42/CE (direttiva macchine) e al regolamento ECE 10, unitamente ad una dichiarazione di corretta installazione, a perfetta regola d’arte, secondo le prescrizioni sopra citate, rilasciata da una impresa di autoriparazione".

ICC - INCARAVANCLUB ITALIA

Istituita nel 2005, ICC raggruppa e rappresenta oltre 250 soci "roulottisti" presenti in Italia.
Lo scopo fondamentale dell'Associazione è quello di promuovere ed attuare lo sviluppo della cultura della caravan in tutti i suoi possibili ambiti, principalmente attraverso il turismo itinerante, organizzando incontri/raduni tra utilizzatori della caravan anche partecipando a manifestazioni di settore organizzate e promosse da terzi in Italia e all'estero.
Quindici anni di impegno, sacrificio e tanta passione che hanno permesso di farla diventare oggi una realtà insostituibile ed indispensabile sia nel promuovere il piacere del turismo itinerante in caravan che nel dialogare con le istituzioni pubbliche, con le altre Associazioni, con gli altri Gruppi per diffondere la conoscenza della roulotte e delle sue potenzialità.
In Caravan Club Italia mette a disposizione un sito Internet www.incaravanclub.it, una pagina Facebook, un account Twitter, un profilo Instagram e un canale youtube.
Il sito non vuol essere solo un atto di presenza sulla rete, non vuole limitarsi a svolgere il ruolo di "depliant on line" del Club. La nostra ambizione è di farne un "luogo" di incontro, un punto di riferimento per chi, interessato alla ROULOTTE, voglia saperne di più.
Le diverse sezioni del sito stimolano la curiosità e aiutano nella ricerca; in esse potrete prendere visione dei racconti di viaggio in caravan, delle foto degli incontri, delle esperienze maturate; potrete scoprire i vantaggi della Caravan "sia sotto il profilo ludico, sia sotto l'aspetto economico e tecnico”.

La circolare: DGMC_ Incaravanclub.pdf

caravan ICC